Ministero per i beni e le attività culturali

Menu
Sei in: Home / Musei / Liguria

Area archeologica di Nervia

Ventimiglia

Il museo

Area archeologica di NerviaArea archeologica di Nervia

 

L’area archeologica in località Nervia custodisce i resti della città romana di Albintimilium, centro marittimo ed agricolo sorto in tarda età repubblicana lungo la Via Julia Augusta, sui resti di un primitivo stanziamento di cultura ligure chiamato Albium Intemelium e considerato nell’organizzazione augustea come l’ultima città amministrativamente italica. Conserva tracce delle antiche mura, delle strade e di alcuni monumenti pubblici e privati.

In particolare, sono visitabili i resti delle Terme ed il Teatro, datato tra II e III sec. d.C, che costituisce l’esempio meglio conservato di tale tipo di edificio pubblico in Liguria ed uno dei più notevoli di tutta l’Italia Settentrionale.

A supporto della visita esiste un antiquarium, nel quale è esposta una ricca selezione di reperti, rinvenuti a seguito degli scavi condotti già dalla fine del XIX secolo ed in parte ancora in corso. L’allestimento è diviso in sezioni che descrivono i differenti monumenti ed aspetti della cultura materiale degli abitanti di Albintimilium (Teatro, Terme, la toilette, la vita quotidiana, il mondo dei morti, l’economia e gli scambi commerciali).

Area archeologica della città romana di Albintimilium, principale centro dei Liguri Intemelii, stanziati nell'VIII-VII a.C. sull'argine destro del fiume Nervia. L'abitato romano, sorto sull'accampamento fondato dai Romani alla foce del fiume dopo la seconda guerra punica, divenne municipio nella prima metà del I secolo a.C. Sotto Cesare ed Augusto la città godette di particolare floridezza, anche grazie alla sua posizione centrale tra le province della Cisalpina e la Gallia Narborense, e fu ulteriormente favorita dall'apertura, nel 13 a.C., della via Julia Augusta che metteva in comunicazione la pianura padana con la Gallia meridionale. Devastata nel 68 d.C. dalle truppe di Otone, fu ricostruita da Vespasiano che la dotò anche di un vasto edificio termale. In coincidenza con i restauri della via consolare, nel II e III secolo d.C., ebbero luogo importanti ristrutturazioni che testimoniano la prosperità raggiunta: l'ampliamento delle terme, il raddoppio dell'acquedotto, la costruzione del teatro, la pavimentazione delle vie più importanti in pietra della Turbie. Il centro fu definitivamente abbandonato nel VI-VII secolo e trasferito dove ora sorge Ventimiglia Alta. L'area archeologica comprende l'Antiquarium, le terme, il teatro (visitabile dall'Estate 2018 - in attesa del completamento dei lavori di restauro) e la domus del cavalcavia.

Indirizzo

Corso Genova, , n. 134
18039 Ventimiglia

Orari

martedì-sabato: 9-14 domenica: 9-14 (solo prima e terza domenica del mese)

Informazioni

www.musei.liguria.beniculturali.it/musei?mid=5031&nome=area-archeologica-di-nervia
pm-lig@beniculturali.it
Tel: +39 0184252320
Chiusura: lunedì; seconda e quarta domenica del mese
Intero: gratuito